Massimo Rossi

Massimo Rossi, veneto, è cresciuto leggendo libri, giocando a calcio sulle strade e smontando e rimontando orologi meccanici rotti, attratto dalla magia dei congegni che nascondono. Scarso come calciatore, esclude subito di poter un giorno diventare un giocatore professionista. Con gli orologi rotti, invece, non se la cava male, non ne aggiusta nemmeno uno, ma almeno riesce a rimontarli. Decide quindi che ingegneria fa per lui. Negli anni coltiva la passione per la fotografia e comincia a scrivere. Le pagine, una dopo l’altra, vengono completate e il thriller a tinte noir, L’ombra del bosco scarno, è pubblicato da Scrittura & Scritture (2012). Il buon riscontro da parte di critica e lettori lo convince a dedicare sempre più tempo alla scrittura. Così Massimo Rossi approda a un secondo libro, La luce nera della paura (Scrittura & Scritture, 2015) in cui il noir si incrocia con la spy story. Dacci oggi il nostro male quotidiano (2018) è la riprova che il noir è la sua vocazione di scrittore.

www.massimorossi.eu

 

E ancora…

L’ombra del bosco scarno