Carla Marcone

Carla Marcone è nata a Napoli  in una calda notte di luglio, mentre nel mondo echeggiava la rivolta e le streghe tornavano bruciando il reggiseno in piazza.
Crescere in una famiglia di stampo patriarcale, dove, però, erano le donne a portare i pantaloni, ha sviluppato in lei un estremo senso di ribellione contro ogni sopruso, contro ogni  ingiustizia.
I suoi personaggi, di cui l’autrice racconta in uno stile  fatto spesso di parole sussurrate che nascondono segreti, affrontano nella maggior parte dei casi il proprio destino spinti dalla molla del “adessovifacciovedereiodicosasonocapace”, talvolta uscendone vittoriosi, altre delusi e sconfitti; ma è la vita, sì la vita, quella vera, quella della gente comune che  Carla Marcone  trasporta, riveduta e corretta dalla fantasia, nei suoi romanzi.
Ha pubblicato il racconto Favola d’Aprile (2004), e i romanzi Fiori di carta (Scrittura&Scritture 2006) e Teresa Filangieri. Una duchessa contro un mondo di uomini (Scrittura&Scritture 2017)