Un sicario alla corte dei Gonzaga – Tiziana Silvestrin

 14,50

Mantova 1588. Un efferato sicario  si muove sicuro all’interno di palazzo Ducale. Agisce nell’ombra e attenta più volte alla vita del duca Vincenzo Gonzaga, ma al suo posto muoiono degli innocenti. Chi può volere la sua morte e perchè? Forse un antico nemico dei Gonzaga deciso a chiudere un conto in sospeso? O qualcuno determinato a far desistere il duca dal prendere parte alla crociata contro i turchi?
Intano a Costantinopoli nell’harem del sultano la splendida favorita, con la complicità della giovane Neda, trama contro il sultano stesso.
Solo il coraggio e l’acume di Biagio dell’Orso possono arrivare alla verità e trovare il mandante del sicario. Ma l’affascinante capitano di giustizia, in balia di un  passato tornato a tormentarlo e oramai stanco dell’arroganza dei potenti e del mondo crudele della corte, è diviso tra il senso del dovere e il desiderio di lasciare l’incarico presso i Gonzaga. Messo a capo della sicurezza del duca, viaggia con lui  tra le corti di Venezia, Praga e Vienna, tra alchimisti, maghi e impostori  e con il sicario sempre in agguato,  mentre la  sua relazione con la bella veneziana Rosa è messa a dura prova. E ciò che all’inizio era solo un sospetto diventa un incubo.

Pagine: 320
Collana: Catrame
Genere: Giallo storico
Anno di pubblicazione: 2014
Disponibile anche in ebook

COD: 9788889682722

Inizia così

Sicario_incipitMantova, 1588

 

L’interno della cattedrale era immerso nel buio. Un uomo si nascondeva nel confessionale, nell’ultima cappella accanto all’entrata. Era lì dal tardo pomeriggio e le gambe cominciavano a fargli male. Aveva dovuto sopportare per un’ora buona le litanie in un latino stentato biascicate da un gruppo di donne, poi aveva sentito il sagrestano pronunciare l’ultimo amen e avvisare i pochi fedeli rimasti che stava per chiudere. Lo aveva intravisto iniziare a spegnere le candele e sentito chiudere le porte. Avvertendo i suoi passi dirigersi verso di lui, trattenne il respiro indeciso su cosa fare: se l’avesse scoperto poteva fingere di essersi addormentato, ma l’avrebbe cacciato fuori, e lui doveva agire proprio quella notte. Accarezzò l’elsa del pugnale: È anziano, calcolò rimanendo immobile pronto a colpire, un taglio netto alla gola e non avrà neanche il tempo di gridare.
Ignaro del pericolo, il vecchio con calma spense le ultime candele e si allontanò con passo zoppicante. L’uomo lo vide inginocchiarsi davanti all’altare e poi sparire tra le colonne, solo allora si arrischio` a uscire. Stava per avvicinarsi ai banchi, quando… Continua

L'autrice

Tiziana Silvestrin vive e lavora a Mantova. Entrata a far parte di una compagnia di teatro amatoriale, inizia a scrivere commedie. Alla passione per la recitazione e per la lettura, si aggiunge la curiosità per la storia. Quando, con un racconto, vince un premio letterario, le viene il sospetto che forse può mettere a frutto le sue ricerche per scrivere gialli storici. Così, mescolando fantasia, storia, personaggi reali e non, ha scritto I leoni d’Europa (2009) e Le righe nere della vendetta (2011), entrambi pubblicati da Scrittura & Scritture.

Recensioni

Sara Valentino – Septem Literary
Leggere i romanzi di Tiziana Silvestrin è un’esperienza che riesce ad assimilare diversi sensi nel lettore, non ultimo quello del gusto.
Continua a leggere >>


Roberto Orsi – Thriller storici e dintorni
La storia si sviluppa sempre su livelli più alti, come se la scena di morte in cui si imbatte il lettore nelle prime pagine fosse l’interruttore che anima il palcoscenico.
Continua a leggere >>


Stefania Maurizi – Il libro del martedì
la prima cosa che si capisce quando ci si appresta ad iniziare la lettura di questo romanzo è che, una volta iniziato, lasciarlo sarà pressoché impossibile.
Continua a leggere >>


Renzo Montagnoli – Arteinsieme
Tiziana Silvestrin è veramente brava. La lettura di Un sicario alla corte dei Gonzaga è più che consigliata, anzi è vivamente raccomandata.
Continua a leggere >>


Antonietta Mirra – L’amica dei libri
Uno sfondo storico eccezionalmente ritratto, uno stile pulito e dettagliato e una carrellata di personaggi a metà tra l’inventato e il reale che contribuiscono a renderlo interessante e piacevole, mai noioso o impersonale.
Continua a leggere >>


Alba Giordano – InStoria
La vivida descrizione dei personaggi che ci appaiono quasi reali nonché il ritmo incalzante del romanzo, invitano il lettore a leggere, instancabilmente, le belle pagine di questo giallo storico
Continua a leggere >>


Alessandro Noseda – Giallo&Cucina
Molto più di un giallo storico: tensione, amore, passione, vendetta, onore, amicizia, lealtà, miseria, cupidigia animano il capitolo più coinvolgente della fortunata saga mantovana.
Continua a leggere >>


Serenella Corvo – Mangialibri
Tiziana Silvestrin conferma la sua passione e anche la sua maestria come scrittrice di gialli storici, in cui vicende storicamente documentate si intrecciano con le storie di delitti
Continua a leggere >>


Rosa Caruso – La Fenice Book
Tra intrighi di palazzo, mezze verità e una guerra che
incombe sui Gonzaga, starà a Biagio tentare di venire a capo dell’enigma.
Continua a leggere >>


Le pagine di Sharma
L’autrice ha saputo descrivere i personaggi del popolo, come vivevano, come si vestivano mettendo in luce le loro preoccupazioni.
Continua a leggere >>


Massimo Minimo – Thrillerpages
Dopo questo terzo romanzo posso dire, Biagio dell’Orso sia ormai diventato “uno di famiglia”.
Continua a leggere >>


Gilberto Scuderi – Gazzetta di Mantova
Una nuova indagine per il capitano di Giustizia Biagio Dell’Orso.
Continua a leggere >>

Interviste

Arteinsieme
Intervista a cura di Renzo Montagnoli
Continua a leggere >>


Reporter
Intervista a cura di G. B.
Continua a leggere >>

Della stessa autrice

I leoni d’Europa
Genere: Giallo storico
Collana: Catrame
Cartaceo: € 13,50
Ebook: € 5,99


Le righe nere della vendetta
Genere: Giallo storico
Collana: Catrame
Cartaceo: € 14,50
Ebook: € 5,99