Domenico Infante

Domenico Infante, napoletano di nascita e romano di adozione, si definisce curioso di professione: sempre in cerca di scene da catturare, suoni da ricordare, canzoni da ascoltare e facce, decine di migliaia di facce da raccontare, per gioco, per passione, per il gusto di catturare le emozioni e le espressioni che quei racconti disegnano su altre facce. Autore per la casa editrice Scrittura & Scritture dei racconti Cronache del vicolo (2006), Novanta minuti (2009), Vento e sabbia (2012) e del romanzo Sento la neve cadere (2014). Coltiva anche altre passioni, come i vini – è infatti sommelier – e il calcio, di cui scrive su alcune riviste.